apicolturavitali.it


Vai ai contenuti

Castagno

I Nostri Mieli

Le principali zone di produzione sono le fasce collinari e prealpine. Si tratta di un miele con caratteristiche particolari, come il colore tendente allo scuro, l'odore intenso e il retrogusto tipicamente amaro. Spesso il miele di castagno si trova in miscela naturale con la melata prodotta sulla pianta stessa o con il miele di tiglio. I mieli di castagno a prevalenza di nettare tendono ad avere un colore più chiaro, un maggiore contenuto di umidità e odore e sapore più accentuati; quando invece la melata è presente in discreta quantità il colore è più scuro, il contenuto di acqua è inferiore, odore e aroma sono meno pungenti e il gusto è meno amaro. In alcune zone si ha la presenza contemporanea delle piante di castagno e di tiglio che fioriscono nel medesimo periodo. In questo caso non si ha la prevalenza del sapore né del castagno né del tiglio e nello stesso miele si percepiscono entrambi i sapori. Viene chiamato Miele di Castiglio. Il miele di castagno di nostra produzione è caratterizzato da un colore ambra-rossiccio di tonalità scura e ha un retrogusto piacevolmente amaro. Contiene una piccola percentuale di acacia, poiché nel periodo in cui gli alveari vengono portati in collina, per questioni climatiche, l'acacia è ancora in fioritura. Viene prodotto dalla metà di giugno alla metà di luglio.

Colore: ambra tendente allo scuro, con tonalità rossicce quando il miele è liquido, marrone quando è cristallizzato.
Cristallizzazione: liquido a cristallizzazione molto lenta.
Odore : intenso, caratteristico, aromatico, pungente.
Sapore: non eccessivamente dolce e con retrogusto sempre abbastanza amaro.
Aroma: intenso, caratteristico, simile all'odore.
Usi: in cucina con piatti a base di carne, direttamente spalmato sul pane, con i formaggi a media stagionatura come la Caciotta, o stagionati come il Grana Padano, o il Parmigiano.


------- sito aggiornato il 10/04/2015 --------- | vitaligiuseppe@libero.it

Torna ai contenuti | Torna al menu